Costo della vita in Portogallo

Quanto costa vivere in Portogallo?

In questo articolo proveremo a darvi una visione più ampia possibile del costo della vita in Portogallo, nello specifico dei costi relativi a beni di consumo, di prima necessità e servizi disponibili. Per non trarre in inganno il lettore và precisato che abbiamo volutamente escluso la capitale Lisbona e altre città importanti come Porto e Faro, notoriamente più care per il gran numero di turisti che le affollano quasi tutto l’anno. I prezzi riportati sono quindi riferiti a località secondarie, ma non certo meno belle e sicuramente più adatte a chi ha in progetto di trasferirsi in Portogallo con la propria pensione.

In generale si può affermare che vivere in Portogallo, mantenendo lo stesso tenore e stile di vita condotto in Italia, ci consentirà un risparmio compreso tra il 30% ed il 40%. La situazione economica portoghese non è certo brillante, almeno a sentire i nostri “grandi politici”. Sempre pronti a vantarsi del fatto che in Europa c’è chi sta peggio di noi. In realtà questa presunta, grave crisi economica, non traspare minimamente al visitatore, anche al più attento. Saranno bravissimi i portoghesi a nasconderla, al contrario della nostra che invece che è davanti agli occhi di tutti.
Veniamo subito al dunque ed iniziamo a vedere quanto spende chi ha deciso di trasferirsi in Portogallo.

In tutto il Portogallo, i ristoranti sono presenti in gran numero ed i prezzi sono discretamente bassi. Si può mangiare dell’ottimo pesce fresco e spendere dieci euro a persona o poco più. Nei dieci euro ci sta dentro pure il costo del vino, sfuso ovviamente, ma sempre di buona qualità. Anche sui vini portoghesi ci sarebbe da scrivere molto ma lo faremo in seguito. Vi anticipo solo che una discreta bottiglia si acquista al supermercato allo stesso prezzo con cui in Italia prendiamo una bottiglia di coca cola.

Frutta e verdura

Frutta fresca

Altri prodotti a buon mercato che rendono estremamente conveniente vivere in Portogallo sono frutta e verdura. I prezzi di molti prodotti non arrivano a toccare un euro al kg. Ad esempio pesche, banane, arance, mandarini, limoni etc. Spesso altri prodotti come patate, cipolle, carote, sedano e melanzane meno di 50 cent. di euro al kg.

Carne

Carne

Passiamo subito al prezzo delle carni e dei salumi, di cui tra l’altro il Portogallo è un ottimo produttore ed esportatore. Il prosciutto crudo ha prezzi che partono da 5,90 euro al kg, un prosciutto intero si può acquistare con poco meno di 50 euro, le carni bianche costano 1,50/2,50 euro al kg. dipende dal supermercato; la carne di maiale stesso prezzo, circa 2,50 euro al kg. Le carni rosse a partire da 6/7 euro al kg. I tagli più pregiati come il filetto sono ovviamente più costosi.

Pesce

Pesce fresco

Ma passiamo al pesce. La varietà è davvero tanta, si trova di tutto, dal tonno fresco al pesce spada, cernia, branzino, ma anche orate, polpi e gamberi di tutte le dimensioni. Crostacei, sardine ed il classico baccalà, di cui i portoghesi sono ghiotti, sono la base di tanti piatti classici della ricca cucina portoghese. Anche in questo caso tutto costa meno che da noi.

 

Ma trasferirsi a vivere in Portogallo, vuol dire anche dover affrontare alcuni problemi, escludendo la parte burocratica che è meglio affidare ad agenzie specializzate, la cosa più difficile è senz’altro trovare casa.
Le agenzie immobiliari sono numerose, ma solitamente si occupano esclusivamente di compravendita, trascurando un po’ il settore delle locazioni o offrendo solo locazioni stagionali a prezzi non certo convenienti. La nostra azienda per questa ragione si è dotata di un’agenzia immobiliare di proprietà, Vado-Via, Mediação Imobiliária, attraverso la quale riusciamo a soddisfare ampiamente le richieste di locazione di tutti coloro che cercano un immobile per potersi trasferire in Portogallo con la pensione lorda.

In ogni caso, i prezzi variano in base a molti fattori, un monolocale arredato in zona ben servita si può trovare facilmente con 350 euro. Anche in questo caso i portoghesi hanno dimostrato grande prontezza di riflessi nel rispondere ad una richiesta di mercato in continua ascesa, soprattutto dopo gli incentivi varati dal governo tesi ad attrarre i pensionati europei ed invogliarli a trasferire la residenza in Portogallo.

Il programma prevede un’esenzione totale di imposta per dieci anni. Impensabile in Italia. Questo consente ai pensionati di ottenere non solo un risparmio sulla loro pensione, addirittura un guadagno. La pensione, avendo trasferito la residenza in un Paese contraente, non verrebbe più tassata neanche in Italia e l’assegno mensile subirebbe un consistente aumento che corrisponde a ciò che lo Stato italiano trattiene ogni mese sotto la voce IRPEF. Facile capire perché tanti pensionati italiani, e non solo, hanno deciso di trasferirsi in Portogallo.

Commenti

comment



Privacy Policy