Residenza in Tunisia

Dove richiedere la residenza in Tunisia

La richiesta di residenza va presentata presso l’Ambasciata d’Italia in Tunisia – Ufficio A.I.R.E.

Cosa occorre

  • Modulo domanda
  • Permesso di soggiorno
  • Una bolletta (acqua, elettricità o gas) dalla quale deve essere rilevato l’indirizzo dell’abitazione. Se residence o altra struttura ricettiva con consumi energetici compresi nell’importo di locazione va bene anche se intestata a persona diversa dal richiedente.

Decorrenza

La residenza decorre dalla data d’ingresso in Tunisia, il cittadino ha 90 giorni per l’iscrizione nell’anagrafe consolare (il termine non è perentorio).

É opportuno sapere che:

La Sezione Affari Consolari della Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Tunisi riceve il pubblico, per la trattazione delle pratiche relative all’iscrizione all’A.I.R.E.) dal lunedì al venerdì, dalle 09.00 alle 11.30 (è possibile prenotare telefonicamente).

A.I.R.E. è l’acronimo di ANAGRAFE DEGLI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO.

In tutti i comuni italiani esiste un ufficio A.I.R.E. che gestisce le vicende anagrafiche (residenza e cambi d’indirizzo) e di stato civile (nascite, matrimoni, decessi, perdita cittadinanza) dei cittadini italiani che risiedono all’estero. Il Comune che gestisce la posizione A.I.R.E. di norma è l’ultimo comune di residenza prima dell’espatrio. É possibile, comunque, su richiesta, trasferire la gestione della propria posizione A.I.R.E. ad altro comune.

Presso il comune di iscrizione A.I.R.E. si potrà esercitare il diritto di voto in Italia e indicare l’abitazione di proprietà che ai fini IMU sarà considerata “prima casa” se non occupata per locazione.

Commenti

comment



Close
Privacy Policy